Fondi archivistici

Il patrimonio documentario conservato dall’Archivio di Stato di Oristano ammonta a circa 4 km di scaffalatura.

Si tratta per la maggior parte di complessi documentari provenienti dalle Amministrazioni periferiche dello Stato che operarono e operano nella provincia di Oristano, così ad esempio il fondo della Prefettura, della Questura, dell’Ufficio Tecnico Erariale, del Tribunale, delle soppresse Preture ed altri.

L’arco cronologico generale di riferimento è compreso tra la fine del 1800 e la seconda metà del 1900, con diverse eccezioni rappresentate da un lato dagli Statuti di diversi gremi cittadini, il più antico dei quali risale al 1618, dall’altro dalla documentazione prodotta dai notai e registrata presso le Tappe di insinuazione di Oristano, Ales e Ghilarza a partire dal 1738.

Sono inoltre presenti gli archivi delle istituzioni scolastiche di Oristano e della Provincia e dei Distretti militari, entrambi a partire dall’Unità d’Italia.

Non tutta la documentazione è liberamente consultabile ai sensi del D. Lgs. 42/2004 art. 122.

 

Prefettura

Estremi cronologici: 1903-1999.

 

La documentazione prodotta dagli uffici della Prefettura è stata versata in più fasi a partire dal 1987. La documentazione più antica è stata prodotta dalla Sottoprefettura di Oristano passata poi sotto la Prefettura di Cagliari fino all’indipendenza nel 1974.

La documentazione dunque ricopre un arco cronologico che va oltre la nascita della Prefettura nel 1974, sono infatti presenti carte anche degli inizi del 900, queste offrono un quadro composito della città di Oristano e della sua provincia dal punto di vista politico, amministrativo, sociale ed economico.

 

 

Procura della Repubblica

Estremi cronologici: 1893-1993.

 

La documentazione prodotta dalla Procura è stata versata dalla stessa nel 1994.

Le serie documentali (processi penali, carceri, riabilitazioni) sono di estremo interesse per le vicende giudiziarie di storia locale.

 

 

Tribunale di Oristano

Estremi cronologici: 1838-1964

 

Le carte sono state versate nell’Archivio di Stato dal Tribunale di Oristano, in più riprese. Un primo versamento di notevoli quantità (2218 buste di procedimenti penali e 90 buste di sentenze penali), è stato fatto nel mese di marzo del 1987. Successivamente, nel 1994, è stato effettuato un altro cospicuo versamento di documentazione di varia natura mentre l’ultimo, con documentazione più recente, è stato fatto il 13 ottobre 2004.

Le carte trattano della gestione della giustizia penale e civile di competenza del Tribunale di Oristano. Le serie più consistenti risultano i procedimenti penali, con fascicoli datati a partire dal 1839 e i procedimenti civili (dal 1838), che assieme ai procedimenti di Corte d’Assise (1869 – 1910) offrono la possibilità di effettuare ricerche sulla criminalità sarda (sequestri, omicidi, rapine), sulla vita economica e sociale della Provincia.

 

 

Questura

Estremi cronologici 1946-1999.

 

Il primo versamento della documentazione da parte della Questura risale al 1994 e comprende diverse categorie delle tre Divisioni: Gabinetto, Polizia Amministrativa e Polizia Giudiziaria.

Lo studio delle categorie offre una panoramica interessante sia sul ruolo di vigilanza e controllo svolto dalla Polizia nell’ambito della provincia ma anche dal punto di vista sociale ed economico.

 

 

Centro addestramento e istruzione professionale di Abbasanta

Estremi cronologici 1953-1998.

Il primo versamento della documentazione da parte del Caip risale al 1997 e comprende svariata documentazione di carattere amministrativo.

La lettura della documentazione conservata offre la possibilità di consocere quali fossero le attività svolte dal centro di addestramento per la formazione del personale di Polizia.

 

 

 

Direzione provinciale del Lavoro

Estremi cronologici: 1955-2002.

 

Il Fondo è stato versato in più fasi a partire dal 1984, in un primo momento dall’Ispettorato provinciale del lavoro e dall’Ufficio provinciale del lavoro e della massima occupazione, successivamente dalla Direzione provinciale del lavoro che, a partire dal 1996, assunse le funzioni e le competenze dei precedenti due Istituti.

La documentazione conservata consente da un lato di indagare sull’attività di vigilanza e controllo delle Istituzioni sul lavoro privato in campo agricolo, edile, domestico etc etc, dall’altro di ricostruire le politiche del lavoro delle cooperative che hanno operato nella provincia.

 

 

Direzione provinciale del Tesoro

Estremi cronologici: 1946-1985.

 

Il Fondo è stato versato nel 2002 dall’ex Direzione provinciale del Tesoro.

La documentazione riguarda principalmente il servizio stipendi e quello delle pensioni di Vittorio Veneto e degli invalidi di guerra.

Data la presenza di dati sensibili non tutti gli atti sono liberamente consultabile.

 

 

Ufficio delle dogane di Cagliari – Dogana di Torregrande

Estremi cronologici: 1987-1992.

 

Il Fondo costituito principalmente da registri è stato versato nel 2010 dall’Ufficio delle dogane di Cagliari. SI tratta di registri riguardanti il transito delle merci nelle acque dell’oristanese, utile dunque per effettuare ricerche riguardanti tali attività.

 

 

 

Atti notarili

Estremi cronologici 1738-1893.

 

Gli atti notarili sono stati versati nel corso del tempo dall’Ufficio del Registro di Oristano e dall’Archivio Notarile Distrettuale di Oristano poi diventato Sussidiario. Si tratta principalmente di scritture private e atti pubblici, questi ultimi distinti in copie (Tappe, Ufficio d’insinuazione e atti registrati dall’Ufficio del Registro) e originali (notai singoli).

A partire dal 1738 fino al 1850 gli atti cominciarono ad essere registrati dalle Tappe di Insinuazione, uffici istituiti dal sovrano Carlo Emanuele III per porre rimedio alla loro dispersione. Le Tappe ebbero sede nelle città del Regno e nelle ville più grandi. Dal 1850 e fino all’Unità d’Italia vennero sostituite da Uffici di insinuazione fino all’istituzione degli Uffici del Registro col compito, anch’essi, di registrare e conservare gli atti pubblici e le scritture private.

Nel dettaglio:

 

Tappa di Oristano: Ville 1738-1850 (copie di atti pubblici)

Tappa di Oristano: Città 1738-1850 (copie di atti pubblici)

Ufficio d’insinuazione Oristano: 1850-1862 (copie atti pubblici)

Ufficio del Registro di Oristano 1863-1893 (copie di atti pubblici)

Ufficio del registro di Oristano 1785-1789;1794;1800;1807;1812-1819;1862-1866 (scritture private)

Tappa di Ales: Ville 1738-1850 (copie di atti pubblici)

Tappa di Ales: Città 1738-1861 (copie di atti pubblici)

Ufficio d’insinuazione Ales: 1850-1862 (copie atti pubblici)

Ufficio del Registro di Ales 1863-1893 (copie di atti pubblici)

Ufficio del registro di Ales 1880-1881;1890-1893 (scritture private)

Tappa di Ghilarza: Ville 1738-1861 (copie di atti pubblici)

Tappa di Ghilarza: Città 1738-1861 (copie di atti pubblici)

Ufficio d’insinuazione Ghilarza: 1850-1862 (copie atti pubblici)

Ufficio del Registro di Ghilarza 1863-1893 (copie di atti pubblici)

Ufficio del registro di Ghilarza 1869-1871;1874; 1892-1893 (scritture private)

Ufficio del Registro di Bosa 1866-1896 (copie di atti pubblici)

Ufficio del Registro di Bosa 1880-1881; 1884; 1891-1894 (scritture private)

Atti originali dei notai (1822-1892)

 

Progetto consultazione Indici degli atti originali dei notai

Progetto consultazione “Indici degli atti delle tappe di:  Oristano,   Ales  e   Ghilarza”

 

Archivio Notarile Distrettuale

Estremi cronologici: 1869-1985.

 

Il Fondo è stato versato nel 1997 a seguito del decreto di soppressione dell’Istituto e della sua trasformazione in Archivio Notarile Sussidiario, dipendente dal Distretto di Cagliari e Lanusei.

Si tratta soprattutto di documentazione prodotta nel corso dell’attività espletata, ma contiene anche alcune scritture notarili e d’ufficio precedenti a riprova della duplice funzione dell’ente.  Da un lato quella di azione amministrativa strumentale alla gestione dell’ente stesso (personale, beni, patrimonio) e dall’altra quella di conservazione degli atti e di supervisione dell’attività dei notai.

Inventario PDF

 

Intendenza Provinciale di Cuglieri

Estremi cronologici: 1828-1860.

 

Il fondo è stato consegnato alla Soprintendenza Archivistica della Sardegna dal Comune di Cuglieri nel 1994 e versato in Archivio di Stato lo stesso anno.

Si tratta di documentazione prodotta da un’Istituzione di Antico Regime, in quanto tale l’arco cronologico di riferimento è notevolmente differente rispetto alla maggior parte dei fondi conservati. Il complesso documentario è costituito in particolare da registri di copialettere e materiale di carattere amministrativo contabile che consente da un lato di comprendere quale fosse l’attività di controllo svolta dall’intendenza provinciale e dall’altra di conoscere il territorio e le sue criticità negli anni centrali del 1800. Interessanti sono le carte relative ai barracelli, alle concessioni e ai permessi di pascolo, nonché quelle orelative alla costruzione della strada per Santa Caterina di Pittinuri.

 

 

 

Cessato Catasto

Estremi cronologici 1860-1930.

 

Progetto Cartografia:      Mappe C.C. ex U.T.E. e Mappe De Candia (Real Corpo di S.M.G.)

 

Distretto Militare di Oristano.

Estremi cronologici 1869 – 1937 (La datazione si riferisce alle classi di leva)

La documentazione matricolare è stata versata in Archivio di Stato di Oristano a più riprese e da parte di differenti enti.
Il fondo è articolato in tre serie: Ruoli matricolari, Fogli matricolari, Atti sanitari. Come strumento di corredo interno sono presenti le rubriche articolate per classe di appartenenza.

La documentazione riporta informazioni relative alla carriera militare dei soldati dell’Esercito e della Marina appartenenti al Distretto militare di Oristano, fino al grado di sottufficiali.

Per la consultazione dei ruoli matricolari delle classi dal 1880 al 1889 si rimanda al portaleRuoli matricolari”.

 

Ministero dei Trasporti – Direzione Provinciale della Motorizzazione civile e dei trasporti in concessione di Oristano.

Estremi cronologici: 1977 – 1993

 

L’archivio della Direzione Provinciale della MCTC di Oristano è stato oggetto di due versamenti presso l’Archivio di Stato nel 1996 e nel 1999.

La documentazione è costituita dalle serie: Registri di contabilità veicoli revisionati e collaudati, cartelle vecchi quiz per l’esame della patente di guida e verbali esami, pratiche rilascio e sospensione patenti.

 

Preture

Estremi cronologici: 1800-1997.

 

Gli archivi delle preture della provincia di Oristano sono stati oggetto di distinti versamenti effettuati dai diversi soggetti conservatori a partire dagli anni ottanta del Novecento.

La documentazione prodotta dalla Pretura, nata nel 1865 come evoluzione della Giudicatura, riguarda cause civili e penali su reati minori. In ambito penale, i reati concernono il pascolo abusivo, l’usurpazione di terreni, le uccisioni di animali; in ambito civile, invece, le controversie si riferiscono in particolar modo a problematiche relative all’eredità o a cause per debiti.

Nel dettaglio:

 

Pretura di Oristano (estremi cronologici: 1832-1957);

Pretura di Ales (estremi cronologici: 1840-1989);

Pretura di Cabras (estremi cronologici: 1866-1933);

Pretura di Cuglieri (estremi cronologici: 1865-1962);

Pretura di Mogoro (estremi cronologici: 1864-1989);

Pretura di Simaxis (estremi cronologici: 1818-1923);

Pretura di Tresnuraghes (estremi cronologici: 1883 circa – 1926circa)

Pretura di Terralba (estremi cronologici: 1800-1997).

 

Uffici di conciliazione                 

Estremi cronologici: 1800-1997.

 

La legge 6 dicembre 1865, n. 2626, sull’ordinamento giudiziario del Regno, istituì il «conciliatore» quale organo capillare della giurisdizione contenziosa in materia civile, presente in ogni comune e competente per le controversie di modico valore, nonché per la composizione preventiva e bonaria delle controversie civili di ogni valore, ad istanza delle parti. Tale ufficio restò attivo fino al 1991, anno di istituzione del Giudice di Pace.

L’Istituzione del Giudice di Pace ha imposto all’Amministrazione archivistica di agire per la salvaguardia degli atti prodotti da tali uffici che risultano essere di natura indubbiamente statale.

Pertanto a partire da tale data, l’Archivio di Stato di Oristano, in accordo con la Soprintendenza Archivistica per la Sardegna ha provveduto a un’opera di ricognizione e ricerca dei documenti prodotti dagli Uffici di Conciliazione dei comuni della provincia di Oristano che hanno portato al versamento di numerosi fondi documentari ad essi relativi.

Nel dettaglio:

 

Ufficio del Giudice Conciliatore di Ardauli (estremi cronologici: 1897-1961),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Bidonì (estremi cronologici: 1956-1972),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Cuglieri (estremi cronologici: 1858-1938),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Masullas (estremi cronologici: 1917-1948),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Mogorella (estremi cronologici: 1961-1975),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Neoneli (estremi cronologici: 1982-1988),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Nughedu Santa Vittoria (estremi cronologici: 1948-1982),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Paulilatino (estremi cronologici: 1894-1988),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Santu Lussurgiu (estremi cronologici: 1942-1963),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Sedilo (estremi cronologici: 1890-1964),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Soddì (estremi cronologici: 1866-1925),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Sorradile (estremi cronologici: 1898-1947),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Uras (estremi cronologici: 1947-1970),

Ufficio del Giudice Con conciliatore Villaverde (estremi cronologici: 1887-1986),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Villaurbana (estremi cronologici: 1889-1964),

Ufficio del Giudice Conciliatore di Zerfaliu (estremi cronologici: 1948-1960).

 

Ospedale San Martino

Estremi cronologici: 1667-1966.

 

L’archivio dell’Ospedale San Martino venne versato il 28 gennaio del 1997 dalla Usl n. 5 di Oristano.

Nato intorno al XV secolo con la denominazione di ospedale Sant’Antonio e collocato nell’omonima via, negli anni 30 dell’800, il pontefice Gregorio XVI nel trasferirlo fuori le mura della città ne cambio anche la denominazione in ospedale San Martino.

La documentazione conservata dimostra l’importanza che tale istituzione assunse per la città di Oristano fin dalla sua creazione e l’attenzione nei confronti degli ammalati, degli indigenti e dei diseredati. Una parte consistente riguarda lasciti e donazioni a favore dell’ospedale, nonchè la gestione amministrativo contabile, di particolare interesse il progetto di costruzione dell’ospedale e i numerosi inventari. In misura minore sono conservate cartelle cliniche sulle quali però vige l’obbligo di riservatezza.

 

Ente nazionale per la protezione morale del fanciullo. Comitato provinciale di Oristano.

Estremi cronologici: 1976-1979

 

La documentazione è stata versata in Archivio di Stato di Oristano dalla Regione autonoma della Sardegna, Assessorato dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale, in data 2 febbraio 1994. .
Si tratta di una Pubblica istituzione di assistenza, istituita con D.P.R. 29 luglio 1949, n. 659, e si proponeva l’assistenza morale e materiale della gioventù in difficoltà, mirava a prevenire lo stato di bisogno assicurando l’ospitalità in centri di ricovero ed educativi. Fu soppresso con il d.p.r. 24 luglio 1977, n. 616.
I documenti versati riguardano soprattutto i fascicoli personali dei giovani assistiti, convenzioni con le scuole, relazione sui centri d’accoglienza (colonie, istituti ecc.), si verbali delle riunioni di equipe per le scuole, documentazione amministrativa, ecc.

 

Ente nazionale assistenza orfani lavoratori italiani. Comitato provinciale di Oristano.

Estremi cronologici: 1971-1988

 

I documenti sono stati versati in Archivio di Stato di Oristano in data 24 novembre 1993 dall’Ufficio Ex Enaoli della Regione autonoma Sardegna, Assessorato dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale ma già il 6 ottobre 1992 Giuseppe D’Oca, in qualità di privato già funzionario dell’Enaoli di Oristano, effettua una donazione di materiale bibliografico dell’Enaoli, distribuito gratuitamente ai dipendenti dell’ente a cura dell’Ufficio stampa, riguardante il periodo 1971-1979.
La documentazione, non riordinata, comprende principalmente atti di natura assistenziale (fascicoli, convenzioni e rette istituti, pagamenti assistenza, ecc.).

 

Partito Nazionale fascista – Fascio di combattimento di Bonarcado.

Estremi cronologici: 1933 – 1939

 

La documentazione, rinvenuta presso il Comune di Bonarcado, è stata versata in Archivio di Stato in data 4 febbraio 1994 per il tramite della Soprintendenza archivistica per la Sardegna.

Il fondo consiste in un registro di protocollo del Fascio di combattimento di Bonarcado (anni 1934-1939), due registri di protocollo della Milizia volontaria per la sicurezza nazionale di Bonarcado (1933-1937) e poche carte con dati anagrafici degli iscritti al partito.

 

Partito nazionale fascista – Fascio di combattimento di San Vero Milis.

Estremi cronologici: 1922 – 1943

 

La documentazione, rinvenuta presso il Comune di San Vero Milis, è stata versata in Archivio di Stato il 4 febbraio 1994 per il tramite della Soprintendenza archivistica per la Sardegna.

Il fondo è costituito da undici fascicoli di circolari del segretario federale di Cagliari degli anni 1928-1938; tre fascicoli di corrispondenza pervenuta alla sezione di San Vero Milis negli anni 1922-1943.

All’interno del fondo, si trovano anche alcune carte provenienti dall’Opera nazionale dopolavoro (OND)

e dalla Gioventù italiana del littorio (GIL) provinciale di Cagliari.

La documentazione è articolata in cinque serie: Circolari del segretario federale, Corrispondenza, Affari Generali, Opera nazionale dopolavoro provinciale di Cagliari, GIL Protocollo.

 

 

Partito nazionale fascista – Fascio di combattimento di Zeddiani.

Estremi cronologici: 1928 – 1936

 

La documentazione, rinvenuta presso il Comune di San Vero Milis di cui Zeddiani era frazione, è stata versata in Archivio di Stato in data 4 febbraio 1994 per il tramite della Soprintendenza archivistica per la Sardegna.

Il fondo è costituito da dieci fascicoli di circolari del segretario federale di Cagliari degli anni 1928-1936, un fascicolo di corrispondenza pervenuta alla sezione di San Vero Milis negli anni 1928-1935, una tessera del partito.

All’interno del fondo si trovano anche alcune carte provenienti dall’Opera nazionale dopolavoro O.N.D. provinciale di Cagliari.

La documentazione è articolata in tre serie: Circolari del segretario federale, Corrispondenza, Opera nazionale dopolavoro provinciale di Cagliari.

 

 

Scuole Elementari

Estremi cronologici: 1850-1964

 

Il complesso documentale della Didattica delle Scuole Elementari è uno dei più corposi tra quelli conservati in Archivio di Stato; è stato versato dalle Direzioni Didattiche di Abbasanta, Ales, Busachi, Cabras, Fondongianus, Ghilarza, Marrubiu, Mogoro, San Vero Milis, Santu Lussurgiu, Senis, Simaxis, Terralba, Uras e Oristano (1°, 2° 3° e 4° circolo).

La documentazione è costituita principalmente dai registri di classe e degli scrutini finali. Dalla lettura delle carte è possibile conoscere i programmi di insegnamento dell’epoca nonché la situazione anagrafica e socio-economica dei nuclei familiari di appartenenza degli alunni.

Sono degne di particolare nota, le relazioni dei maestri contenute in alcuni registri, da cui si può ricostruire la storia politica, il tessuto sociale e le condizioni di vita delle piccole comunità del centro Sardegna nella prima metà del Novecento.

Nel dettaglio:

Scuola Elementare di Abbasanta (estremi cronologici: 1890-1943)                                      INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Aidomaggiore (estremi cronologici: 1913-1946)

Scuola elementare di Allai (estremi cronologici: 1906-1940)                                                  INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Ales (estremi cronologici: 1859-1940)                                                   INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Ales – Zeppara (estremi cronologici: 1908-1940)

Scuola elementare di Ardauli (estremi cronologici: 1908-1940)

Scuola elementare di Assolo (estremi cronologici: 1925-1940)

Scuola elementare di Asuni (estremi cronologici: 1925-1940)

Scuola elementare di Baratili (estremi cronologici: 1926-1940)

Scuola elementare di Baressa (estremi cronologici: 1914-1945)

Scuola elementare di Bidonì (estremi cronologici: 1908-1940)

Scuola elementare di Bonarcado (estremi cronologici: 1911-1947)

Scuola elementare di Boroneddu, Soddì, Tadasuni e Zuri (estremi cronologici: 1918-1940)

Scuola Elementare di Busachi (estremi cronologici: 1902-1950)                                         INVENTARIO PDF

Scuola Elementare di Cabras (estremi cronologici: 1884-1945)                                           INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Curcuris (estremi cronologici: 1896-1944)

Scuola Elementare di Donigala (estremi cronologici: 1922-1939)                                         INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Escovedu  (estremi cronologici: 1920-1940)

Scuola elementare di Figu (estremi cronologici: 1919-1940)

Scuola elementare di Fordongianus (estremi cronologici: 1868-1948)                                 INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Gonnosnò (estremi cronologici: 1907-1940)

Scuola Elementare di Massama (estremi cronologici: 1924-1940)                                         INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Masullas (estremi cronologici: 1909-1940)

Scuola Elementare di Milis (estremi cronologici: 1908-1964)                                                 INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Mogorella (estremi cronologici: 1907-1940)

Scuola Elementare di Mogoro (estremi cronologici: 1899-1946)                                            INVENTARIO PDF

Scuola Elementare di Mussolinia di Sardegna (estremi cronologici: 1828-1940)               INVENTARIO PDF

Scuola Elementare di Narbolia (estremi cronologici: 1912-1946)                                           INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Neoneli (estremi cronologici: 1885-1950)                                             INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Norbello (estremi cronologici: 1915-1942)

Scuola elementare di Nughedu S.V. (estremi cronologici: 1920-1981)

Scuole elementari di Nurachi (estremi cronologici: 1906-1940)                                            INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Nuraxinieddu (estremi cronologici: 1927-1944)                                  INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Nureci (estremi cronologici: 1924-1940)

Scuola elementare di Ollasta Usellus (estremi cronologici: 1911-1940)

Scuole elementari di Ollastra Simaxis (estremi cronologici: 1914-1941)                              INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Oristano, Silì e Palmas Arborea (estremi cronologici: 1860-1944) INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Pau (estremi cronologici: 1915-1940)

Scuole elementari di Paulilatino (estremi cronologici: 1861-1940)                                      INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Riola Sardo (estremi cronologici: 1850-1941)                                     INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Ruinas (estremi cronologici: 1923-1940)                                            INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Samugheo (estremi cronologici: 1880-1948)                                      INVENTARIO PDF

Scuola elementare di San Nicolò Arcidano (estremi cronologici: 1905-1944)                   INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Santa Giusta (estremi cronologici: 1882-1944)                                  INVENTARIO PDF

Scuole elementari di San Vero Milis (estremi cronologici: 1896-1960)                              INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Santu Lussurgiu (estremi cronologici: 1906-1946)                           INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Sedilo (estremi cronologici: 1883-194)3                                              INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Seneghe (estremi cronologici: 1882-1956)                                          INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Senis (estremi cronologici: 1924-1940)

Scuole elementari di Siamaggiore (estremi cronologici: 1911-1960)                                   INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Siapiccia (estremi cronologici: 1920 – 1941)

Scuola elementare di Simala (estremi cronologici: 1920 – 1940)

Scuole elementari di Simaxis (estremi cronologici: 1909-1940)                                          INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Sini (estremi cronologici: 1919-1940)

Scuole elementari di Solarussa (estremi cronologici: 1918-1955)                                        INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Sorradile (estremi cronologici: 1911-1956)

Scuola elementare di Tramatza (estremi cronologici: 1951-1961)

Scuole elementari di Terralba (estremi cronologici: 1857-1945)                                        INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Ula Tirso (estremi cronologici: 1904-1950)

Scuole elementari di Uras (estremi cronologici: 1867-1944)                                               INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Usellus (estremi cronologici: 1915-1945)

Scuola elementare di Usellus Bannari (estremi cronologici: 1912-1941)

Scuola elementare di Villanova Truschedu (estremi cronologici: 1911-1938)                 INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Villaurbana (estremi cronologici: 1906-1941)                                INVENTARIO PDF

Scuole elementari di Zeddiani (estremi cronologici: 1904-1961)                                      INVENTARIO PDF

Scuola elementare di Zerfaliu (estremi cronologici: 1928-1953)

 

Scuole secondarie:

Tra il patrimonio documentario dell’Archivio di Stato sono presenti anche i fondi di alcune importanti scuole secondarie di Oristano e della provincia. Si tratta di un importante patrimonio di informazioni che fornisce interessanti spunti di ricerca.

Nel dettaglio:

Corso secondario di avviamento professionale a tipo agrario di Ales        

Estremi cronologici: 1937-1950

 

Documentazione versata dalla Scuola Media Statale “Dante Alighieri” di Ales il 12 aprile 1996.     INVENTARIO PDF

 

Corso libero di avviamento professionale a tipo agrario e industriale di Cuglieri

Estremi cronologici: 1937-1941

 

Il fondo è costituito in particolare da documentazione relativa alla didattica (registri generali dei voti, giornali di classe, diari dei professori) e un registro di protocollo.     INVENTARIO PDF

 

Ginnasio parificato “Carta Meloni” di Santu Lussurgiu

Estremi cronologici: 1936-1946

Il fondo è pervenuto all’Archivio di Stato di Oristano a seguito del versamento effettuato dalla Scuola Media “A. Segni” di Santu Lussurgiu nel 1985. E’ costituito da 6 registri, 4 generali di voti e 2 di esami.     INVENTARIO PDF

 

Scuola Media parificata “Carta Meloni”

Estremi cronologici: 1939-1952

La documentazione è pervenuta anch’esso in seguito del versamento effettuato nel 1985 dalla Scuola Media “A. Segni” di Santu Lussurgiu. I registri dei voti sono relativi ai primi tre anni di vita della Scuola Media (dall’ a.s. 1940/41 all’a.s. 1942/43) e attestano il progressivo passaggio dal triennio ginnasiale.          INVENTARIO PDF

 

Liceo Ginnasio “Salvatore Angelo De Castro” di Oristano

Estremi cronologici: 1860-1957

Il fondo è conservato presso l’Archivio di Stato di Oristano a seguito di un versamento effettuato nel 1993 con l’intento di salvaguardare e valorizzare quelle carte che allora giacevano in abbandono soprattutto per l’assenza di locali idonei e di personale che potesse provvedervi.

è costituito da tre Serie in cui si suddivide il fondo: Didattica, comprendente per lo più i registri delle classi; Organi Collegiali, comprendente i registri di verbali redatti in occasione dei Consigli di Classe e dei Collegi dei Docenti; Amministrazione, comprendente tutte quelle pratiche a carico della segreteria relative sia alla didattica (ad es. ritiro dei diplomi) sia alla gestione amministrativo/contabile della scuola (protocollo, stato del personale docente e non, contabilità).

Poiché il passaggio dalle Scuole Pie al Ginnasio Regio e poi dal triennio ginnasiale alla Scuola Media è avvenuto senza soluzione di continuità, non sempre è stato possibile distinguere le carte appartenenti all’una o all’altro istituto; pertanto le carte del liceo comprendono anche parte della documentazione proveniente dalle altre due scuole.     INVENTARIO PDF

 

Corso Magistrale di Oristano

Estremi cronologici: 1911-1923

Nel 1993 il Liceo Classico “S. A. De Castro” ha versato all’Archivio di Stato di Oristano anche il fondo del Regio Corso Magistrale. Il complesso documentario è costituito da registri generali dei voti, verbali, protocollo e tasse scolastiche. La documentazione abbraccia un arco cronologico che va dall’anno scolastico 1911/12 all’anno scolastico 1922/23.

Il fondo è strutturato in tre serie principali: Didattica, Organi Collegiali e Amministrazione che è articolata anche in tre sottoserie: Protocollo, Segreteria Studenti, Segreteria Insegnanti.     INVENTARIO PDF

 

Scuola Tecnica Pareggiata di Oristano

Estremi cronologici: 1914-1926

Il fondo è pervenuto nell’Archivio di Stato di Oristano a seguito del versamento del fondo del Liceo Classico “S. A. De Castro” effettuato nel 1993, infatti all’interno della documentazione antica del Liceo, si trovava anche quella della Scuola Tecnica che pertanto è stata ricondotta alla sua provenienza, costituendo un fondo archivistico autonomo. La documentazione abbraccia un arco cronologico che va dall’anno scolastico 1914/15 all’anno scolastico 1925/26. Il fondo è strutturato in tre serie principali: Didattica, Organi Collegiali e Amministrazione che è suddivisa in tre sottoserie Protocollo, Segreteria Studenti, Segreteria Insegnanti.     INVENTARIO PDF

 

Acquisti:

Statuti dei Gremi

Estremi cronologici 1638; 1693; 1721.

 

I capitoli statutari delle corporazioni artigiane presenti ad Oristano sono stati consegnati dalla famiglia Pili di Seneghe nell’ottobre 2011.

Tali capitoli fissavano i diritti e i doveri degli associati e allo stesso tempo stabilivano le modalità di esercizio della professione attraverso l’apprendistato.

Le corporazioni artigiane (gremi), nate nel XV secolo, furono di fondamentale importanza nella società sarda per favorire lo sviluppo delle arti e quindi dell’economia. Nel 1864 esse furono definitivamente soppresse lasciando spazio alle società operaie di mutuo soccorso.

Sebbene si tratti di documentazione quantitativamente poco consistente, il suo studio consente di dare voce delle associazioni che nel caso della città di Oristano sono molto legate alla tradizione poiché ancora oggi animano i riti religiosi e laici tra cui le giostre equestri cittadine.

 

Nel dettaglio:

Statuto del Gremio dei Calzolai (1638)

Statuto del Gremio dei falegnami: (1693)

Statuto del Gremio dei Calzolai (1721)

 

 

Doni:

Paolo Pili

Estremi cronologici: 1891-1895

 

Il fondo “Paolo Pili” è stato donato all’Archivio di Stato di Oristano il 13 marzo 2014 con decreto Mibac/DGA n. 124/2013 dagli eredi proprietari dell’archivio privato.

Il fondo, dichiarato di notevole interesse storico con provvedimento del Soprintendente Archivistico emesso il 23 giugno 1990, conserva le carte prodotte durante l’attività di Paolo Pili, fondatore del Partito Sardo d’Azione ed esperto delle problematiche dello sviluppo agricolo della Sardegna.  E’ costituito da 50 unità archivistiche conservato in 2 buste. A tutt’oggi è ancora in corso l’ordinamento e l’inventariazione delle carte.

 

Depositi:

Società Bonifiche Sarde

Estremi cronologici: 1907-1990 

 

L’archivio della Società Bonifiche Sarde, costituito da circa 11.800 pezzi, è stato dichiarato di notevole interesse storico nel 1995.

Dal 2014 si trova custodito presso l’Archivio di Stato di Oristano, in seguito a provvedimento di custodia coattiva dato il cattivo stato di conservazione riscontrato presso la sede del soggetto produttore.

Nel corso degli anni la Soprintendenza Archivistica per la Sardegna ha portato avanti diversi interventi sui fondi che mirano a realizzare l’inventariazione completa dell’archivio.

L’importante complesso di fondi rappresenta una fonte preziosa per la storia economica, politica e sociale della piana di Terralba. E’ costituito da una grande mole di fonti archivistiche, iconografiche e fotografiche prodotte dalla Società anonima bonifiche sarde, inerenti all’amministrazione, alla segreteria, al personale, alla contabilità ed ai servizi tecnici. Accanto alle carte di questa azienda sono consultabili anche i documenti delle altre società facenti capo al Gruppo Elettrico Sardo ed impegnate a realizzare, in Sardegna, il progetto dell’ingegner Angelo Omodeo teso alla razionalizzazione e sfruttamento delle a acque a fini agricoli e industriali.
Il complesso documentario è costituito dal fondo della Società delle Bonifiche Sarde e dai fondi della Società Elettrica Sarda, della Società Sarda Costruzioni, delle Aziende Alimentari Associate e dell’Ente per la Trasformazione Fondiaria e Agraria in Sardegna.

 

 

Per maggiori e più dettagliate informazioni sui fondi archivistici e sugli Enti che li hanno prodotti si rimanda alla pagina del SIAS.

 

 

Ultimo aggiornamento

28 Novembre 2023, 15:28